La Bottega Librosa è ancora in fase di allestimento; perciò ogni tanto noterete qualche cambiamento.
Abbiate pazienza e passate spesso a farmi visita. Vi aspetto!

domenica 11 dicembre 2016

Segnalazione «L'epoca della lavanda in fiore» di Valentina Bindi





Buon inizio settimana a tutti i visitatori della Bottega Librosa ^^ (tra pochi minuti sarà lunedì).
Anche oggi sono qui per segnalarvi un altro romanzo di una giovane autrice self publishing, emergente. Una ragazza a mio dire piena di talento e voglia di mettersi in gioco, che ha tutte le carte in regola per andare avanti nel mondo editoriale.
Alcuni di voi forse già la conosceranno, o ne avrete sentito parlare in altri post che ho pubblicato le scorse volte, sto parlando di Valentina Bindi ^^
Se volete, potrete trovare maggiori info sui suoi profili:
ILMIOLIBRO.it
Facebook
Instagram
Qui avrete anche la possibilità di dare un'occhiata ad altre sue opere! :)
Ma parliamo del suo nuovo romanzo, uscito da appena pochi giorni, e che già mi ha conquistato dalla trama. Il titolo è: L'epoca della lavanda in fiore.
Ho adorato da subito la copertina. Sembra quasi di poter sentire il profumo della lavanda soltanto avvicinandosi ad essa, e poi personalmente amo il color lilla; è il mio colore preferito! Ahah ^^



Titolo: L'epoca della lavanda in fiore
Data di pubblicazione: 3 dicembre 2016
Autore: Valentina Bindi
Genere: Romance, Romanzo rosa
Pagine: 161
Acquistabile in ebook € 0,99
sulle seguenti piattaforme:
Amazon
Ibs
StreetLib Stores
BookRepublic
Omnia Buk


La trama


Ellie è una donna di trentatré anni appena trasferitasi a Parigi, ma è originaria di Boston decidendo però di lasciarla nel 2014, circa due anni prima per cause non dipendenti dalla sua volontà. Aveva perso ogni cosa, aveva perso la famiglia e soprattutto la voglia di vivere, decide così di andarsene e ricominciare una vita nuova lontano da tutto e tutti, lontano da quei luoghi che le hanno distrutto il cuore e che tuttora le fanno un male indescrivibile. A Boston era moglie di John e madre di una bellissima bambina di nome Lily di cinque anni, aveva davanti a lei gli anni migliori della giovinezza e li ha vissuti serenamente fino al compimento dei suoi trentuno anni quando è finita ogni cosa, quando l'incidente le ha portato via il suo mondo, la sua realtà e ha creato solo oscurità dentro di lei. Così ricordando quello che le raccontava la nonna Colette di origini francesi, decide di fare le valigie e andare per qualche tempo a Parigi.
Proprio a Parigi viene assunta da Gilbert un ristoratore poco più piccolo di lei. Comincerà una nuova vita scoprendo luoghi e persone fantastiche, fino a quando farà la conoscenza di una bottega molto particolare con una proprietaria stravagante di nome Reneè. Grazie all'amicizia che sboccerà tra le due e con l'aiuto di Gilbert, Ellie proverà a cambiare ed a ritornare lentamente alla vita normale. La sua passione di fotografa sarà alimentata dall'incoraggiamento della giovane Reneè, che tra aromi di caffè molto particolari e una gita nei campi di lavanda, lascerà il suo eccentrico e ipnotico sorriso nel cuore di tutti.
È sostanzialmente una storia di amicizia che scopre il profondo e tormentato abisso del dolore e della perdita, viaggiando per le idilliache piantagioni di lavanda e per la Provenza. Ellie scoprirà un legame e un dolore che affligge Reneè, cambiando completamente il suo mondo. Ancora una volta si ritroverà a doversi confrontare con qualcosa di più molto più grande di lei, con un male incurabile e con la consapevolezza e la paura costante di perdere un'altra persona con cui aveva stretto forse la più importante delle amicizie che possano esistere al mondo.
Scorci come quelli dell'affascinante Francia accompagneranno la protagonista dando vita ai colori e i sapori di quei luoghi magici e inconfutabilmente unici.
Questo romanzo non chiede di più. Vuole solo far capire come il dolore della perdita, della morte e della difficoltà ad andare avanti possano essere superati grazie all'unione che non deve per forza essere l'amore, ma di come in realtà l'amicizia sia quella spinta e quell'aiuto che riesce a far superare il più terribile dei mali.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Sebbene abbia una trama piuttosto triste, sono dell'idea che questo romanzo possieda un significato molto profondo.
Di questa trama ho inoltre apprezzato il senso, il valore, che viene dato all'amicizia. Un sentimento molto importante, il quale spesso passa quasi "inosservato" di fronte all'amore. Si sente infatti spesso parlare di come la forza dell'amore (quello di cui si parla nei romanzi e nei film, quello che vede due persone che si amano e che vogliono passare il resto della vita insieme) riesca a superare qualsiasi difficoltà. Ma l'amicizia, non è forse altrettanto importante?
Perché questo sentimento passa spesso in secondo piano? Non è forse anch'esso una manifestazione d'amore?
Secondo me sì. Anche le storie di amicizia meritano attenzione come quelle d'amore, anche perché diciamocelo... le amicizie spesso consolano le ferite del cuore causate dall'amore, oppure spesso aiutano, o meglio dire, creano le condizioni necessarie affinché nasca l'amore.
Non bisognerebbe sottovalutare questo importante sentimento! ;)
Un'altro fattore che apprezzo molto di questo romanzo è l'ambientazione: Parigi. Mi affascina la Francia e con essa le ambientazioni parigine ovviamente.
Vi rivelerò... non sono mai stata a Parigi, ma un altro dei miei sogni è poterla visitare un giorno; per cui personalmente riterrò questo romanzo una valida alternativa (per ora). Una piccola finestra aperta nella fantasia, dalla quale poter "sbirciare" un pezzetto di quei luoghi che i miei occhi vorrebbero tanto vedere di persona.

Con questo post vi lascio e vi auguro una serena e buona notte, miei cari lettori.
Ma prima, ci terrei davvero a ringraziare di cuore tutti voi per il vostro supporto e il vostro affetto. E ancora, un grazie e un caloroso benvenuto a tutti i nuovi lettori fissi!
(Siamo già a 10!!!)
È per me un onore potervi ospitare qui, nella mia piccola Bottega Librosa, ogni qual volta lo vogliate. La mia speranza è che possiate sempre trovare qualcosa di interessante, o le informazioni che stavate cercando, e sentirvi "come a casa".
Vi abbraccio forte e vi aspetto al prossimo appuntamento!



Nessun commento:

Posta un commento